• Francesco Nappi

Sospensione rate, segnalazioni nelle banche dati


Come avevamo detto nel precedente articolo "Sospensione della rate fa bene alla mia azienda?" (puoi leggere l'articolo a questo LINK ---- > QUI) il problema della sospensione è legato all'impatto che questa avrà sulla nostra affidabilità finanziaria e quindi sulla nostra "reputazione" nel sistema bancario.

CRIF con una nota dichiara:

"Emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Coronavirus COVID-19

In relazione all'emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Coronavirus COVID-19, CRIF si è attivata nei confronti di tutti gli Istituti di Credito affinché vengano correttamente segnalate sul Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) da essa gestita le iniziative di sospensione del pagamento delle rate in recepimento del decreto legislativo n.9 del 2/3/2020 e dall'ordinanza del Presidente del Consiglio n. 642 del 29/02/2020, nonché degli accordi siglati fra l’ABI e le Associazioni d’Impresa. Le sospensioni pertanto non verranno segnalate come eventi negativi di mancato pagamento.

L’attivazione delle sospensioni deve essere però richiesta dall'interessato direttamente al singolo istituto di credito.

CRIF si è attivata per seguire tutte le iniziative in corso e che verranno intraprese in tema di sospensione dei pagamenti, così da garantire che le segnalazioni sul SIC vengano fatte in maniera corretta – senza segnalazioni negative - nell'interesse di cittadini e imprese.

Per leggere il comunicato clicca sul LINK --- > QUI


Ciò significa che comunque vi sarà una segnalazione, ma che questa indicherà che la sospensione delle rate è a seguito del Decreto Cura Italia per il contenimento delle conseguenze del COVID-19


E' una buona notizia? Sembra di si, ma siano certi che non si avranno conseguenze? Segnalarla "correttamente" non basta, dovrà poi essere interpretata e tenuta presente, in modo non negativo, nel momento in cui si valuterà una richiesta di finanziamento, specie se per liquidità, necessaria in questo momento per sostenere le imprese.


Dal nostro punto di vista, se non si metteranno in campo azioni che tutelino gli istituti finanziari in caso di mancata restituzione di questi finanziamenti, sarà complesso accedere al credito, anche in considerazione del fatto che il mancato fatturato e i mancati o ritardati incassi, influiranno sui bilanci delle imprese.


Il nostro consiglio?

"Attaccarsi al telefono e cercare di incassare i crediti, magari concordando con i clienti una eventuale dilazione di parte di esso, fare lo stesso con i fornitori, chiedendo una dilazione parziale per le partite scadute".


Ricordate, è in un momento di difficoltà che si capisce su chi si può contare e su chi no! Cerca di essere tra quelli su cui si può contare!!


Se vuoi ulteriori info clicca su questo LINK --- > QUI


0 visualizzazioni
Iscriviti alla newsletter

Privacy

F.A.Q.

rodemar business advice srls | partita iva e codice fiscale 08703261217 | mail:info@rodemar.it | Via Salvador Allende, 19 - Castellammare di Stabia (Na)